Barbecue a gas: quali sono i migliori materiali impiegati nella loro realizzazione?

Avete mai fatto caso alla praticità dei barbecue a gas? A differenza di quelli a carbonella non mettono a dura prova la camicia bianca fresca di bucato perché non sporcano e non richiedono particolari accorgimenti se non quelli dettati da un comune fornello. I grill a 2 fuochi, ad esempio, possono essere trasportati outdoor, quando si va in campeggio o a fare altre attività all’aperto. Quando si acquista un barbecue a  gas, si deve esigere che abbia tutti i requisiti che possano soddisfare l’acquirente. Di seguito sono riportate alcune funzionalità essenziali da cercare in un barbecue a gas, primo fra tutti il materiale di cui è fatto il barbecue, indizio di durata e robustezza, ma anche lo spazio di cottura, l’illuminazione e il controllo della temperatura. Per capire se il barbecue che si è appena acquistato durerà, la risposta è ‘ni’. Vengono utilizzati molti materiali per realizzare il corpo del grill, ma quelli universalmente considerati fra i migliori sono l’acciaio inossidabile, l’acciaio rivestito in porcellana e l’alluminio pressofuso.

Perché questi materiali fanno la differenza in un barbecue a gas da giardino? Intanto, sono resistenti, antiruggine, trattengono e distribuiscono il calore in modo omogeneo. Si dovrà anche controllare i materiali di cui è composto il bruciatore del grill; anche i bruciatori sono realizzati perlopiù in acciaio inossidabile che dura a lungo e produce una bella luce blu. Altri bruciatori sono in ghisa o a infrarossi. Un aspetto non trascurabile nei migliori barbecue a gas è il piano cottura. Un grill con una grande superficie di cottura permette di ‘sfamare’ più bocche.

La maggior parte dei modelli a 2 griglie per bruciatori soddisfano il fabbisogno di 4-8 persone alla volta e hanno ancora spazio sufficiente per riporre le pietanze o gli accessori per grigliare. Quando si acquista un barbecue a gas, si prendano in considerazione anche gli spazi accessori, in modo da avere sempre un tavolo d’appoggio anche in fase di cottura. Nella scelta del grill si tenga conto anche dell’illuminazione e del controllo della temperatura che, soprattutto in caso di arrosti di grossa portata e porzioni abbondanti di spiedini o ‘arrosticini’ devono garantire oltre al giusto spazio di cottura le condizioni di visibilità ottimale e gradazione delle temperature.